Blog

Anche chi lavora in proprio compie gli anni. E oggi tocca a me.

Ho sempre considerato il mio compleanno una data importante, segno per me incontrastabile della fine dell’inverno e l’inizio della primavera, non solo per quanto riguarda il clima, ma sopratutto per me. Con le giornate più lunghe, il sole più caldo e il paesaggio più colorato, anche la creatività si risveglia, l’entusiasmo mette il turbo e le nuove idee e le nuove sfide sembrano ancora più promettenti.

Il 2017 ha avuto già modo di presentarsi come un anno di cambiamento e di crescita, di consapevolezza e di affinamento delle mie competenze, e anche della mia attività, con l’obiettivo di offrire sempre il meglio e, soprattutto, quello che davvero può servire ai professionisti e agli imprenditori per far crescere la loro attività grazie al Web. Senza tecnicismi, senza soluzioni preconfezionate, provando a seminare nuove idee e modi di comunicare, ma senza forzare quella che è la storia di ogni azienda e le persone che la compongono.Continua a leggere…

La settimana scorsa ho provato a raccontarti in poche righe quali sono le principali potenzialità e caratteristiche di un sito realizzato con WordPress, e ho concluso dicendo che, paradossalmente, un investimento iniziale più alto nella scelta del professionista/agenzia da cui farti seguire quando decidi di progettare un sito web per la tua attività, potrebbe trasformarsi in un risparmio a lungo termine.

La chiave di questa affermazione è tutta nel saper scegliere il professionista giusto a cui affidarti, sapendo cogliere, fin dal primo incontro e sopratutto in fase di offerta, tutti gli indizi utili per valutare le capacità, l’esperienza, l’onestà (sembra brutto dirlo, ma è così) del tuo interlocutore.

Proviamo ad addentrarci insieme in questo “dietro le quinte” del settore…Continua a leggere…

Se hai già sentito parlare di WordPress, saprai che è un “programma” che permette di realizzare blog e siti: si sceglie un tema, lo si installa, e si entra in un’area di amministrazione piuttosto chiara e intuitiva da usare, attraverso la quale si possono scrivere news sul proprio blog e modificare i testi delle pagine del proprio sito.

Con questo articolo, voglio presentarti la piattaforma e perchè potrebbe diventare il tuo miglior alleato se stai pensando di affidare ad un professionista la realizzazione del nuovo sito web della tua attività. La settimana prossima vorrei invece approfondire quali sono gli indizi che devi cercare per capire se ti stai affidando al professionista giusto… perché da queste parti amiamo WordPress e non vogliamo che la sua reputazione sia rovinata da chi non lo apprezza con la stessa passione 🙂Continua a leggere…

Se mi fermo a guardare nell’insieme i progetti che ho seguito in questi ultimi dodici mesi, ma perché no anche a tutto il lavoro fatto nei quasi 4 rocamboleschi anni di vita di Web Me Do, c’è un aspetto che attira la mia attenzione, lampeggiando con insistenza: quale valore si aspettano da un sito web le aziende e i professionisti che decidono di rivolgersi a me per crearlo?

Il settore del Web Design ha subito negli ultimi hanno una grande trasformazione: se ripenso a quando mi sono avvicinata a questo lavoro (prima come hobby, poi come lavoro ormai 9 anni fa), è evidente come fare siti web sia passato da un’attività prettamente creativa/tecnica, dove le aziende affidavano a chi conosceva HTML e programmazione il “lavoro sporco” di creare e poi gestire con aggiornamenti periodici un sito, ad un momento strategico di importante autoanalisi per le aziende.Continua a leggere…

La notizia-social di questi giorni è l’annuncio fatto da Facebook di un cambiamento del suo algoritmo, con  l’intento di dare sempre più risalto ai contenuti pubblicati dai nostri amici e famigliari, a discapito dei contenuti creati e pubblicati dalle Pagine aziendali.

Ma è davvero così? E, sopratutto, è davvero una brutta notizia per le aziende che hanno (saggiamente) deciso di comunicare i loro prodotti e servizi attraverso Facebook?

La riposta giusta, ovviamente, è sempre nel mezzo.Continua a leggere…

Inesorabilmente, è arrivato il lunedì. Un inizio di settimana non troppo liscio, dato che sono reduce da due settimane di influenza, una tosse che non mi dà pace e la primavera che richiede come ogni anno il suo tributo a suon di starnuti e occhi lucidi.

Il momento in cui la salute o la vita di tutti i giorni richiedono con insistenza l’attenzione di un freelance o di un imprenditore sono sicuramente i più difficili da affrontare: il telefono continua a squillare e il termometro sale (metaforicamente e non), la forze un po’ ci abbandonano, ma la nostra attività deve continuare a brillare.

Ecco allora qualche consiglio per ripartire con il piede giusto, dopo un periodo di forzato stop o semplicemente un weekend che fatica a far posto al lunedì.

Continua a leggere…

Questa mattina avevo una visita medica, e per rompere il ghiaccio la dottoressa mi ha chiesto che lavoro faccio. Quando gli ho detto che mi occupavo di marketing e di creazione di siti web, la sua risposta mi ha dato di che riflettere:

Ma se ne fanno ancora di siti? Mi sembra che fossero più di moda prima, adesso tanto c’è Facebook, no?

Il dato, anche se l’osservazione arriva da una persona che non ha un suo business da promuovere online (come del resto la maggior parte dei tuoi clienti se non operi nel B2B) rimane interessante.

Davvero tutto il parlare che si fa dei Social Network, spesso primo e unico canale con cui buona fetta della popolazione italiana accede e “vive” la Rete, ha fatto sì che il ruolo di Facebook & Co. si sovrapponesse nel senso comune a quello di un sito web aziendale o di un blog personale?

Facebook = Internet?

Lasciatelo dire: con solo una pagina Facebook a disposizione, anche se questa ha un piano editoriale strategico, difficilmente farai molta strada online, e proverò a spiegarti perché.

Continua a leggere…

Quando si tratta di comunicare online, dove la competizione per attirare l’attenzione del tuo pubblico è ad altissimi livelli, un’immagine potrebbe valere più di mille parole.

Il condizionale è d’obbligo: scegliere l’immagine sbagliata o pubblicarne una di scarsa qualità può dire molto a chi la guarda, ma non quello che vorresti dire per promuovere la tua attività. Per fortuna, esistono app come Canva (www.canva.com), che sono state pensate per facilitare la creazione di immagini e elementi grafici accattivanti e di qualità anche a chi non sa usare i programmi di grafica professionali (come Photoshop o Illustrator).

Scopriamo qualcosa di più su Canva: ne approfitto per inaugurare la rubrica “La cassetta degli attrezzi“, dove voglio condividere con te alcuni strumenti e i “trucchi” del mestiere per costruire al meglio la tua presenza online.

Continua a leggere…

Piano Editoriale Social

“Sono su Facebook perché ormai bisogna esserci”. Vero, perché è lì che puoi riuscire a comunicare con il tuo pubblico (di clienti, ma soprattutto di possibili clienti). Una volta che si è salpati verso l’oceano dei Social Network, come fare a tenere la rotta? Per ogni capitano del Web, la mappa del tesoro è avere un piano editoriale.

Perdersi su Facebook è facile: hai creato una pagina aziendale (e non un profilo, ne abbiamo già parlato qui), hai iniziato a pubblicare contenuti per presentare la tua offerta, le promozioni che organizzi, e magari condividi qualche immagine simpatica che hai visto su Facebook e ti ha fatto sorridere.

A questo punto, se lo fai da qualche mese (o magari hai delegato questo compito ad un altra persona del tuo team, il più giovane, di solito) potresti iniziare ad avere qualche dubbio sulla tua affermazione iniziale. “Sono su Facebook perché ormai bisogna esserci, ma non è cambiato niente“.

Continua a leggere…

12