Blog

La notizia-social di questi giorni è l’annuncio fatto da Facebook di un cambiamento del suo algoritmo, con  l’intento di dare sempre più risalto ai contenuti pubblicati dai nostri amici e famigliari, a discapito dei contenuti creati e pubblicati dalle Pagine aziendali.

Ma è davvero così? E, sopratutto, è davvero una brutta notizia per le aziende che hanno (saggiamente) deciso di comunicare i loro prodotti e servizi attraverso Facebook?

La riposta giusta, ovviamente, è sempre nel mezzo.Continua a leggere…

Quando si tratta di comunicare online, dove la competizione per attirare l’attenzione del tuo pubblico è ad altissimi livelli, un’immagine potrebbe valere più di mille parole.

Il condizionale è d’obbligo: scegliere l’immagine sbagliata o pubblicarne una di scarsa qualità può dire molto a chi la guarda, ma non quello che vorresti dire per promuovere la tua attività. Per fortuna, esistono app come Canva (www.canva.com), che sono state pensate per facilitare la creazione di immagini e elementi grafici accattivanti e di qualità anche a chi non sa usare i programmi di grafica professionali (come Photoshop o Illustrator).

Scopriamo qualcosa di più su Canva: ne approfitto per inaugurare la rubrica “La cassetta degli attrezzi“, dove voglio condividere con te alcuni strumenti e i “trucchi” del mestiere per costruire al meglio la tua presenza online.

Continua a leggere…

Piano Editoriale Social

“Sono su Facebook perché ormai bisogna esserci”. Vero, perché è lì che puoi riuscire a comunicare con il tuo pubblico (di clienti, ma soprattutto di possibili clienti). Una volta che si è salpati verso l’oceano dei Social Network, come fare a tenere la rotta? Per ogni capitano del Web, la mappa del tesoro è avere un piano editoriale.

Perdersi su Facebook è facile: hai creato una pagina aziendale (e non un profilo, ne abbiamo già parlato qui), hai iniziato a pubblicare contenuti per presentare la tua offerta, le promozioni che organizzi, e magari condividi qualche immagine simpatica che hai visto su Facebook e ti ha fatto sorridere.

A questo punto, se lo fai da qualche mese (o magari hai delegato questo compito ad un altra persona del tuo team, il più giovane, di solito) potresti iniziare ad avere qualche dubbio sulla tua affermazione iniziale. “Sono su Facebook perché ormai bisogna esserci, ma non è cambiato niente“.

Continua a leggere…

Quando hai deciso di far approdare la tua attività su Facebook, molto probabilmente hai creato un nuovo profilo personale, da affiancare a quello a tuo nome che già utilizzi per tenerti in contatto con i tuoi amici.

Gli hai dato un nome e un cognome cercando di adattare la tua ragione sociale ai campi disponibili, e poi hai inviato e continui ad inviare richieste di amicizia ai tuoi contatti, per dare un “pubblico” ai tuoi post promozionali.

Probabilmente con una certa frequenza pubblichi contenuti riguardanti la tua attività, per presentare i tuoi prodotti e i tuoi servizi, e spesso tagghi quanti più amici possibili nel testo, per essere sicuro di dare la massima visibilità a quello che vuoi dire.

E poi?

Sapresti dire se il tuo profilo aziendale sta avendo successo? Ti sei mai chiesto quanti davvero aprono i link al tuo sito che inserisci spesso nei post, o come fare ad avere tra i contatti persone che non conosci, oltre che i tuoi amici e partenti?

Forse non sai quello di cui hai bisogno è una pagina aziendale.Continua a leggere…

Benvenuto! Questo è il blog di Web Me Do, e qui parleremo di Web Marketing.

No, non ti spaventare: non è per gli addetti ai lavori, è proprio per te. Per te che sei un imprenditore, un freelance, un professionista o hai un negozio. Che tu sia il titolare di una grande azienda, oppure porti avanti con passione una piccola attività, quello di cui hai davvero bisogno è capire perché è importante rompere gli indugi e investire nel marketing digital.Continua a leggere…